Alcuni usi della canapa nella vita moderna
6 Luglio 2018

Canapa indica e canapa sativa, differenze? per noi sono solo parole!

Siti autorevoli e blog di informazione dibattono da anni sulla differenza tra canapa indica e canapa sativa.

L’unica differenza accertata è quella che esteticamente sono un po’ diverse, la così detta morfologia.

La cannabis sativa si presenta come una pianta altavagamente ramificata e con lunghe foglie strette. Di solito sono coltivate all’aperto e possono raggiungere altezze galattiche (5 metri). Incredibile. Veri e propri alberi.
Le piante di canapa Indica sono invece più bassedensamente ramificate e presentano foglie più larghe. Queste piante sono più adatte alla coltivazione indoor.

Tutti i siti sono pieni di tabelle su cui in sostanza scrivono che una rilassa di più mentre l’altra meno, che con una dormi meglio e con l’altra diventi “creativo”… NESSUNO STUDIO SCIENTIFICO DIMOSTRA CHE QUESTE AFFERMAZIONI CHE SCRIVONO SIANO VERE, RIPETIAMO NESSUNO!

Canapa Sativa

Ravvivante ed energico. Più sveglio e Creativo.

Cerebrale, spaziale, viaggi come se piovessero e a tratti allucinogena.

Più adatta per l’uso di giorno

Vedi anche come la Marijuana influisce sull’aumento della creatività.

Canapa Indica

Rilassante e calmante. Divano.

Tremolio o formicolio di alcune parti del corpo e rilassamento muscolare estremo.

Più adatta per l’uso notturno.